Come funziona il Bonus Fotovoltaico?

Ultimo aggiornamento: 23 Novembre 2022
Risposta curata da:
Alessandro Lombardi
Progettazione e Realizzazione Interventi Efficienza Energetica

L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato tutte le informazioni per accedere al bonus fotovoltaico, ovvero un credito d’imposta riconosciuto nella dichiarazione del 2023 per le spese di installazione delle batterie di accumulo collegate a un impianto fotovoltaico. Questo credito d'imposta è valido sulle spese (anche quelle già sostenute) di tutto il 2022 e va richiesto entro il mese di marzo 2023. Ecco come funziona. 👇

L'agevolazione è prevista per tutti coloro che hanno affrontato o dovranno sostenere spese per installare le batterie che servono a immagazzinare l’energia  prodotta dagli impianti fotovoltaici. Cosa sono? Una specie di batterie collegate all'impianto che accumulano l'energia prodotta dall'impianto fotovoltaico e che non viene utilizzata subito dopo la produzione. Questo sistema permette di rendere disponibile l'energia nelle ore serali, quando l'impianto non produce energia.

Come funziona il Bonus Fotovoltaico e come richiederlo? 

Il bonus fotovoltaico prevede un credito d’imposta per tutte le persone fisiche che dal 1° gennaio al 31 dicembre 2022 installano quelli che vengono definiti come "sistemi di accumulo integrati in impianti di produzione elettrica alimentati da fonti rinnovabili", anche se si tratta di impianti già esistenti e se si beneficia già degli incentivi previsti per la produzione di energia. Per ottenere il credito d'imposta con la dichiarazione dei redditi del prossimo anno (2023), deve esser richiesto on line direttamente dall’interessato o tramite intermediario (CAF, commercialista…) compilando il modulo che si trova nella sezione riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate, cui si accede tramite SPID o CIE. La domanda deve esser presentata dal 1° al 30 marzo 2023, per le spese effettuate nel corso del 2022.

A quanto ammonta il bonus?

Al momento non è possibile sapere l'ammontare di credito d’imposta che verrà riconosciuto a fronte della spesa sostenuta. Il finanziamento previsto dalla Legge di Bilancio 2022 per sostenere questa misura ammonta a 3 milioni di euro e sulla base delle domande regolarmente pervenute, verrà stabilito l’importo spettante ad ognuna. 

Esistono altri bonus per l'energia e l'efficientamento energetico? 

La risposta è sì. Se vuoi installare un impianto fotovoltaico puoi beneficiare del bonus casa al 50%, oppure se ad esempio stai già facendo un intervento che prevede l'installazione del cappotto, puoi addirittura beneficiare del superbonus 110% come lavoro "trainato". Il bonus casa prevede il rimborso del 50% della spesa sostenuta per installazione di impianti fotovoltaici, con e senza accumulo, distribuito in 10 anni tramite detrazioni annuali Irpef. Se preferisci, c’è anche la possibilità di beneficiare della cessione del credito al 50%: questa misura ti offre uno sconto in fattura pari al 50% del costo totale per l’acquisto e l’installazione di moduli fotovoltaici e batterie. Per poterne usufruire dovrai pagare l’importo finale del preventivo ridotto del 50% con un bonifico bancario. Noi poi comunicheremo all’Agenzia delle Entrate l’ufficialità dei lavori effettuati e condivideremo i dati necessari all’ente così potrai beneficiarne.