Voltura luce e gas: come fare e a chi spetta

Ultimo aggiornamento: 30 Novembre 2020
Risposta curata da:
Ada Gennari
Relazioni con i Clienti e Qualità Commerciale

Se la fornitura è attiva con Estra e vuoi modificare l’intestatario del contratto, richiedi la voltura (anche se con punto di fornitura eventualmente sospeso per morosità). La modifica verrà fatta senza interruzione della fornitura. Se la fornitura è cessata, consulta la sezione subentro. 

Cosa si intende per voltura?

La voltura è la variazione della titolarità di una fornitura di gas o luce da un Cliente a un altro con il medesimo fornitore, con il quale è possibile negoziare anche nuove condizioni contrattuali, senza interruzione dell’erogazione di energia elettrica e di gas. La richiesta di voltura va presentata al venditore che sta erogando il servizio, secondo le modalità previste dal venditore stesso. 

Come devo presentare la richiesta di voltura? 

La voltura della fornitura può essere richiesta recandoti presso gli Estra Store presenti sul territorio oppure telefonicamente chiamando il Servizio Clienti. I nostri consulenti sono a tua disposizione per assisterti nella compilazione della documentazione.

Laddove la voltura sia richiesta telefonicamente copia dei documenti richiesti necessari alla pratica dovrà essere trasmessa, debitamente compilata, all’indirizzo e-mail clienti@estraspa.it.  

In base alla L. n. 80/2014, art. 5, co. 1, il Cliente che richiede la voltura deve dimostrare, anche tramite autocertificazione, di avere "titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare".

Entro 2 giorni lavorativi dal ricevimento della richiesta, che deve essere completa di tutti i dati e le informazioni necessarie, Estra ti comunicherà l'accettazione della voltura (nel rispetto, eventualmente, dei termini di preavviso per l'esercizio del diritto di ripensamento e della facoltà di recesso) o il suo rifiuto. Consulta qui sotto “La mia richiesta di voltura può essere rifiutata?” per maggiori informazioni. 

Quali dati sono necessari per fare una voltura? 

I dati necessari per effettuare una voltura sono:

  • nome e cognome, codice fiscale e numero di telefono del nuovo intestatario;
  • la matricola oppure il POD/PDR;
  • la lettura attuale del contatore per la fornitura gas, mentre per il servizio elettrico la lettura verrà rilevata automaticamente;
  • il tipo di uso della fornitura;
  • l’indirizzo dove far pervenire la fattura di conguaglio finale;
  • documenti che attestino regolare possesso dell’immobile (ad esempio in caso di affitto, il contratto regolarmente registrato).

Quanto tempo occorre per ottenere la voltura? 

Se la richiesta di voltura viene accettata, il tempo tecnico minimo per l’attivazione contrattuale è pari a 2 giorni lavorativi. 

Quanto costa la voltura?

Per la pratica di voltura, i contributi possono variare in base alla tipologia di pratica:

  • Voltura ordinaria: prevede un corrispettivo per la prestazione commerciale pari 27,50€ per il gas e 23€ per l’energia elettrica (IVA esclusa) e un eventuale contributo in base a quanto fissato dal distributore locale territorialmente competente;
  • Voltura mortis causa: nel caso di parentela padre/madre, figlio/figlia, fratello/sorella, affinità (coniuge), la richiesta di voltura non è soggetta a spese relative alla prestazione commerciale. Sarà richiesto un eventuale contributo in base a quanto fissato dal distributore locale territorialmente competente. 

La mia richiesta di voltura può essere rifiutata? 

Estra può rifiutare la tua richiesta di voltura qualora non dimostri, anche tramite autocertificazione, di avere "titolo che attesti la proprietà, il regolare possesso o la regolare detenzione dell'unità immobiliare" (ad esempio, il contratto di locazione, l'atto di acquisto, ecc.) oppure, nel mercato libero, anche per motivi diversi. 

Che differenza c’è tra voltura mortis causa e voltura ordinaria? 

La voltura mortis causa può essere effettuata, a seguito del decesso dell’intestatario, quando c’è un rapporto di parentela di primo grado tra vecchio e nuovo intestatario (es. coniuge, figlio/a, padre/madre, fratello/sorella).
La voltura ordinaria invece può essere effettuata quando:

  • non c’è nessun rapporto di parentela tra vecchio e nuovo intestatario (es. affittuario, divorziato, separato);
  • a seguito di decesso dell’intestatario, c’è un rapporto di parentela diverso dal primo grado (es. nonno/a).

Voltura: il venditore può richiedere il pagamento delle morosità pregresse del precedente intestatario?

Se hai necessità di fare una voltura gas e luce (soggetto volturante), Estra non può richiederti  il pagamento delle eventuali morosità pregresse del precedente intestatario (soggetto volturato), anche in presenza di punto di fornitura sospeso per morosità, a meno che non si tratti dei seguenti casi: eredità (ipotesi di voltura mortis causa) e cessione di azienda (qualora, ai sensi dell’art. 2560 c.c., i debiti risultino dai libri contabili obbligatori). Oltre alle ipotesi appena citate, in caso di richiesta di voltura della fornitura, Estra potrà richiederti il pagamento in solido delle morosità pregresse del precedente intestatario, quando:

  • tu sei convivente col precedente titolare;
  • tu sei coniuge o parente del precedente titolare e residente presso l’immobile per cui si richiede la voltura;
  • tu hai la giuridica disponibilità dell’immobile presso cui è sito il PDR e/o POD oggetto di fornitura da un momento antecedente la richiesta di voltura e relativamente al quale fanno riferimento le morosità pregresse.

Al fine di escludere l’evenienza di tali ipotesi, ti potrà essere richiesto di firmare apposita “Dichiarazione di estraneità al debito del precedente intestatario”. Nei casi in cui risulti la tua responsabilità in solido (vd. ipotesi descritte nella presente sezione), la richiesta di voltura si intenderà documentalmente completa, e potrà essere presa in considerazione, laddove tu alleghi alla richiesta stessa – oltre alle informazioni e ai documenti di cui alla L. 80/2014 - idonea documentazione attestante l’avvenuto pagamento della morosità pregressa. Una volta ricevuta detta documentazione, entro 2 giorni lavorativi, Estra comunicherà l’accettazione della voltura (nel rispetto, se applicabili, dei termini di preavviso per l'esercizio del diritto di ripensamento e della facoltà di recesso) oppure il rifiuto.