EF Magazine

Smart working: come ridurre i consumi quando si lavora da casa

Pratici e utili consigli per migliorare il rapporto tra bollette e lavoro da remoto
13 Maggio 2022
|
3 min. di lettura

Smart working è sinonimo di flessibilità, autonomia, responsabilità e fiducia. Un modello lavorativo che, soprattutto per le attività online, ha ormai preso piede anche qui in Italia e continua a mantenersi sano e forte anche dopo i diversi lockdown.

Lavorare da casa può essere davvero piacevole, ma serve un po’ di attenzione affinché le nostre bollette non ne risentano, dandoci ulteriori grattacapi.

Consumi e smart working: quanto costa il lavoro in remoto?


Lavorare da casa è senza dubbio un vantaggio per l’azienda e i lavoratori, che dovranno sostenere meno spese rispetto alle stesse attività svolte in una sede.


I consumi domestici possono però risentirne, soprattutto adesso con il caro bollette. Spesso le aziende offrono ai dipendenti computer, tecnologie e strumenti di lavoro o bonus per il wifi e il consumo di corrente, ma altre volte sono i singoli lavoratori a gestire in autonomia le spese in ambiente domestico.


In più, i costi dipendono molto dal tipo di lavoro svolto e dalle ore stabilite nel contratto. Ma non c’è dubbio che qualche bolletta possa risentirne, anche solo per il semplice fatto di passare quasi tutta la giornata in una casa che altrimenti, forse, resterebbe vuota.


Come ridurre i consumi su energia elettrica e gas e risparmiare anche in smart working!


Eccoci quindi arrivati a qualche consiglio pratico per la riduzione dei consumi quando si lavora da casa (e per diventare anche un po’ più green).



  • Scegli una workstation adeguata: per risparmiare sull’elettricità, prova a individuare come luogo di lavoro la stanza più luminosa della casa, con grandi finestre, così da evitare di tenere sempre troppe luci accese. Quando la luce naturale non basta e non puoi fare a meno dell’illuminazione artificiale, scegli lampadine a risparmio energetico (led), più longeve e a basso consumo.

  • Abbandona l’abitudine dello standby: quando termini di utilizzare un apparecchio elettronico, che sia un pc, una stampante o uno scanner, spegnilo e stacca la spina dalla corrente. Lo standby consuma più di quanto immagini, sarebbe un vero spreco tenere qualcosa collegato inutilmente tutto il giorno o tutta la notte!

  • Ottimizza gli spuntini: se ami fare pause con tè o caffè, preparane di più in una sola mandata e mantienili caldi in un thermos, in modo da non dover accendere bollitori, fornelli o macchinette troppe volte nell’arco della stessa giornata.

  • Organizza i tuoi pasti: prepara in anticipo sughi o piatti che puoi cuocere o riscaldare velocemente nel forno a microonde, così non dovrai utilizzare troppa energia in cucina durante ogni pranzo. La programmazione può esserti amica!

  • Prediligi dispositivi ed elettrodomestici ad alta efficienza energetica: puoi acquistare o richiedere alla tua azienda delle apparecchiature più efficienti per ridurre i consumi.

  • Riduci l’utilizzo di condizionatore e riscaldamento: oltre a essere un nemico della bolletta, il condizionatore è anche un nemico dell’ambiente. Cerca ti utilizzarlo il meno possibile, vestendoti con attenzione in base alla temperatura e arieggiando la stanza nelle ore migliori.

  • Scegli il miglior fornitore di energia per te: con Estra puoi ridurre subito i tuoi consumi di luce e gas, selezionando da fonti rinnovabili l’offerta perfetta per le tue esigenze da smart worker.