Imposte sul gas


IMPOSTE GAS NATURALE IN VIGORE DAL 01/01/2019

Aliquote imposta di consumo erariale (accisa sul gas naturale) e addizionale regionale all’imposta di consumo, combustione uso civile 

*Art. 1 DPR  218/1978. Per i territori ex cassa del Mezzogiorno si intendono:

  • Regioni Abruzzo, Molise, Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia e Sardegna.
  • Provincie di Latina e Frosinone, per l’intero territorio.
  • Comuni della Provincia di Rieti già compresi nell’ex circondario di Cittaducale.
  • Comuni compresi nella zona di Bonifica del Fiume Tronto.
  • Comuni della Provincia di Roma compresi nella zona di bonifica di Latina.
  • Isola d’Elba, Isola del Giglio e Capraia 

Addizionale regionale all’imposta di consumo sul gas naturale combustione usi civili

L’addizionale regionale sui consumi del gas naturale, non è dovuta per le regioni a statuto speciale: Valle d’ Aosta, Trentino Alto Adige, Friuli Venezia Giulia, Sardegna e Sicilia.

Per la regione Lombardia l’imposta regionale non è più dovuta dal 2002, L.R. 18/12/2001 n.27.


Aliquote di imposta 


  Usi civili Usi industriali
Fascia di consumo annuo (m3)
fino a
120
da 120
a 480
da 480
a 1.560
oltre
1.560
fino a
1.200.000
oltre
1.200.000
ACCISA, IMPOSTA DI CONSUMO ERARIALE  
Centro Nord 0,0440000 0,1750000 0,1700000 0,1860000 0,0124980 0,0074988
Territori del Mezzogiorno(A) 0,0380000 0,1350000 0,1200000 0,1500000 0,0124980 0,0074988
ADDIZIONALE REGIONALE
Piemonte 0,0220000 0,0258000 0,0258000 0,0258000 0,0062490 0,0052000
Veneto 0,0077470 0,0232410 0,0258230 0,0309870 0,0062490 0,0051650
Liguria  
 zone climatiche C e D 0,0220000 0,0258000 0,0258000 0,0258000 0,0062490 0,0052000
 zona climatica E 0,0155000 0,0155000 0,0155000 0,0155000 0,0062490 0,0052000
 zona climatica F 0,0103000 0,0103000 0,0103000 0,0103000 0,0062490 0,0052000
Emilia Romagna 0,0220000 0,0309874 0,0309874 0,0309874 0,0062490 0,0051646
Toscana 0,0220000 0,0309870 0,0309870 0,0309870 0,0060000 0,0052000
Umbria 0,0051650 0,0051650 0,0051650 0,0051650 0,0051650 0,0051650
Marche 0,0155000 0,0181000 0,0207000 0,0258000 0,0062490 0,0052000
Lazio  
 Territori ex-Cassa del Mezzogiorno(A) 0,0190000 0,0309900 0,0309900 0,0309900 0,0062490 0,0051600
 altre zone 0,0220000 0,0309900 0,0309900 0,0309900 0,0062490 0,0051600
Abruzzo  
 zone climatiche E e F 0,0103300 0,0103300 0,0103300 0,0103300 0,0062400 0,0051600
 altre zone 0,0190000 0,0232410 0,0258230 0,0258230 0,0062400 0,0051600
Molise 0,0190000 0,0309870 0,0309870 0,0309870 0,0062000 0,0052000
Campania 0,0190000 0,0310000 0,0310000 0,0310000 0,0062490 0,0052000
Puglia 0,0190000 0,0309800 0,0309800 0,0309800 0,0062490 0,0051646
Basilicata 0,0190000 0,0258228 0,0258228 0,0258228 0,0062490 0,0051650
Calabria 0,0190000 0,0258200 0,0258200 0,0051646 0,0062490 0,0051650
IVA (%) 10 10 22 22 22** 22**


Scarica il Modello Accisa gas impresa

Aliquote imposta di consumo erariale e addizionale regionale per la combustione negli usi industriali.

Art. 26, comma 3, TUA 504/95   

“Sono compresi negli usi industriali gli impieghi del gas naturale, destinato alla combustione, in tutte le attività industriali produttive di beni e servizi e nelle attività artigianali ed agricole, nonché gli impieghi nel settore alberghiero, nel settore della distribuzione commerciale, negli esercizi di ristorazione, negli impianti sportivi adibiti esclusivamente ad attività dilettantistiche e gestiti senza fini di lucro, nel teleriscaldamento alimentato da impianti di cogenerazione che abbiano le caratteristiche tecniche indicate nella lettera b) del comma 2 dell’articolo 11 della legge 9 gennaio 1991, n. 10, anche se riforniscono utenze civili. Si considerano, altresì, compresi negli usi industriali, anche quando non è previsto lo scopo di lucro, gli impieghi del gas naturale, destinato alla combustione, nelle attività ricettive svolte da istituzioni finalizzate all’assistenza di disabili, degli orfani, degli anziani e degli indigenti.”  

aliquote_usi_industriali

Scarica il Modello Accisa gas impresa

**Per le imprese poligrafiche, estrattive, agricole e manifatturiere, sussistendo i requisiti di legge, è prevista l’applicazione dell’aliquota IVA al 10% 

Scarica il Modello Richiesta IVA agevolata gas impresa

Aliquote specifiche per l’imposta di consumo del gas naturale in particolari impieghi

aliquote_consumo_gas_particolari_impieghi

Scarica il Modello Accisa gas impresa

Scarica il Modello Imposta agevolata Forze Armate Nazionali

Scarica il Modello Processi mineralogici gas

L'addizionale regionale e l'imposta sostitutiva non si applicano ai consumi per:

  • Autotrazione;
  • Produzione e autoproduzione di energia elettrica; 
  • Forze armate per gli usi consentiti, art. 1, comma 180, L. 244/2007;
  • Ambasciate, consolati e altre sedi diplomatiche;
  • Organizzazioni internazionali riconosciute e ai membri di tali organizzazioni, nei limiti e alle condizioni fissati dalle relative convenzioni o accordi (art. 17 TUA 504/95) ; 
  • Impieghi considerati fuori campo di applicazione delle accise (art. 21 comma 13 TUA 504/95)  .

Scarica il Modello Imposte Forze Armate NATO
Scarica il Modello Imposte Città del Vaticano

Aliquote imposta sostitutiva regionale, usi esenti dall’applicazione dell’imposta di consumo erariale 

L’imposta sostitutiva all’addizionale regionale sul gas naturale trova applicazione solo in caso di espressa adozione da parte di ciascuna Regione.

Il riferimento normativo è dato dall’art. 10, comma 9, D.L. n. 8/1993, secondo cui l’imposta sostitutiva “sarà determinata da ciascuna Regione, con propria legge, entro i limiti minimo di lire 10 e massimo di lire 50 al metro cubo”.

L’ambito di applicazione dell’imposta sostitutiva è molto ristretto, che si applica solo per i pochi casi di esenzione dall’accisa sul gas naturale previsti dalla Tabella A allegata al TUA.


REGIONI  Imposta sostitutiva regionale sui consumi di gas naturale
Fascia di consumo annuo (m3)
fino a
120
da 120
a 480
da 480
a 1.560
oltre
1.560

Piemonte
Veneto 0,0077470 0,0232410 0,0258230 0,0309870
Liguria  
 zone climatiche C e D
 zona climatica E
 zona climatica F
Emilia Romagna
Toscana 0,0260000 0,0260000 0,0260000 0,0260000
Umbria
Marche 0,0155000 0,0181000 0,0207000 0,0258000
Lazio  
 territori ex-Cassa del Mezzogiorno(A) 0,0309900 0,0309900 0,0309900 0,0309900
 altre zone 0,0309900 0,0309900 0,0309900 0,0309900
Abruzzo  
 zone climatiche E e F 0,0103300 0,0103300 0,0103300 0,0103300
 altre zone 0,0190000 0,0232410 0,0258230 0,0258230
Molise 0,0309870 0,0309870 0,0309870 0,0309870
Campania 0,0310000 0,0310000 0,0310000 0,0310000
Puglia 0,0190000 0,0309800 0,0309800 0,0309800
Basilicata 0,0190000 0,0258228 0,0258228 0,0258228
Calabria 0,0190000 0,0258200 0,02582000,0309900
IVA (%) 22** 22** 22** 22**


(A)
Si tratta dei territori ex Cassa del Mezzogiorno indicati all'art.1 del D.P.R. 6 marzo 1978, n. 218.


Ultimo aggiornamento: 22 mag 2020 (10:06)

Utile?

like dislike
Il 90% delle persone lo ha trovato utile

Servizio Clienti

Attivo per nuovi contratti e pratiche, dal lunedì al venerdì, dalle ore 8 alle 21 e il sabato dalle 8 alle 13.
A causa dell'emergenza Coronavirus, i tempi di attesa (telefono e chat) sono più lunghi del solito.