Come recedere dal contratto

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2020
Risposta curata da:
Ada Gennari
Relazioni con i Clienti e Qualità Commerciale

Se sei su questa pagina, stai cercando informazioni su come recedere dal contratto o come disattivare la fornitura di gas o luce. Crediamo nel valore della trasparenza e puoi decidere di andare quando vuoi, senza costi nascosti. Certo, pensare che non ti forniremo più la nostra energia ci dispiace e per qualsiasi dubbio puoi sempre contare sulla nostra assistenza

Cosa devo fare per disattivare la fornitura? 

La disattivazione della fornitura è la risoluzione del contratto di fornitura con conseguente chiusura del relativo contatore. Puoi chiedere la cessazione del contratto: 

avendo sotto mano i seguenti dati:

  • la matricola del contatore, il codice cliente o il numero del PDR/POD
  • l’indirizzo al quale far pervenire la fattura di chiusura.

Riceverai un modulo da compilare e restituire a Estra. 

Nel caso della fornitura gas, al ricevimento della documentazione completa, verrai ricontattato dal nostro Servizio Clienti per fissare l’appuntamento per la chiusura del contatore. Per i contatori di tipo elettronico, la disattivazione avviene generalmente da remoto, senza necessità di intervento in loco da parte del personale tecnico.

La richiesta di disattivazione deve essere trasmessa da Estra entro 2 giorni lavorativi al distributore che, a sua volta, deve provvedere alla disattivazione della fornitura entro 5 giorni lavorativi dalla data di ricevimento della richiesta.

Come posso richiedere la cessazione del contratto? 

Puoi chiedere la cessazione del contratto: 

avendo sotto mano i seguenti dati:

  • la matricola del contatore, il codice cliente o il numero del PDR/POD
  • l’indirizzo al quale far pervenire la fattura di conguaglio finale.

Con questi dati Estra aprirà una pratica di cessazione/disalimentazione del contatore e ti consegnerà la modulistica necessaria, che dovrai compilare e rinviare. In alternativa puoi decidere che la pratica venga gestita con adesione vocale.

Nel caso della fornitura gas, al ricevimento della documentazione completa, verrai ricontattato dal nostro Servizio Clienti per fissare l’appuntamento per la chiusura del contatore.

Dopo quanto tempo e con quale preavviso posso recedere dal contratto? Devo pagare delle penali? 

I clienti, siano essi domestici o non domestici, possono recedere dal contratto di fornitura in qualsiasi momento, purché:

  • per la fornitura elettrica, siano alimentati in bassa tensione;
  • per la fornitura di gas naturale, abbiano consumi non superiori a 200.000 Smc/annui.

Se il cliente recede, non per passaggio ad altro fornitore ma per cessare la fornitura, è necessario un preavviso di 1 mese a decorrere dalla data di ricevimento della comunicazione di recesso da parte del fornitore. 

Estra, anche in caso di recesso anticipato, non prevede alcuna penale a carico del cliente.