Tag: Focus

La spesa ai tempi del carrello smart

Arriva MoBot

07 novembre 2018

“Passo al volo dal supermercato, prendo giusto due cose!”. Quante volte abbiamo pronunciato questa frase per poi ritrovarci, pochi minuti dopo, appena fuori dall’ipermercato intenti a fissare la spropositata quantità di prodotti acquistati che, senza il valido aiuto di un mezzo di trasporto, difficilmente raggiungerebbe l’uscio di casa? Se questa scena finisse sui social, nulla potrebbe salvarci dall’inevitabile e impietoso #Epicfail.
Certo, per ovviare al problema basterebbe pianificare la spesa, assicurandosi di avere a disposizione un’automobile. Ma l’epic fail è nuovamente in agguato se l’attività commerciale si trova in una zona chiusa al traffico. Niente paura, qualcuno ha pensato anche a questo: come il migliore dei supereroi, entra in scena l’IoT!

MoBot è il carrello intelligente in grado di recapitare la spesa a domicilio, consegnare i farmaci e aiutare gli utenti nel trasporto di oggetti pesanti.


Frutto del lavoro dell’azienda italiana Mediate - spin-off dell'Istituto di BioRobotica della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa - il carrello 2.0 è in fase di test presso il comune di Peccioli il cui centro storico è chiuso al traffico privato. MoBot (acronimo di Mobile Robot) si comanda tramite App e un sistema di prenotazione delle consegne. Si può chiedere al carrello di ritirare della merce precedentemente prenotata in un qualsiasi negozio, predisporne la consegna a domicilio, oppure fissare un punto di incontro da cui farsi seguire fino a casa, senza trasportare pesi.
È dotato di ruote e sensori che gli permettono di muoversi in maniera autonoma intorno alla città evitando gli ostacoli; inoltre, è in grado di comunicare il suo stato attraverso il colore dei LED di cui è provvisto: blu se sta effettuando una consegna, verde se è libero e rosso se è nei pressi di un ostacolo.
Mentre il carrello robotizzato è stato positivamente accolto dal piccolo comune toscano, rappresentando “una valida soluzione per rivitalizzare e aggiornare un centro medievale alle esigenze attuali" - come lo stesso Sindaco di Peccioli ha dichiarato- , all’estero le sperimentazioni puntano ad implementare tale tecnologia al fine di creare dei veri e propri assistenti robotici per gli acquisti.