Nuovi contatori gas: cosa devi sapere

Ultimo aggiornamento: 10 Dicembre 2020
Risposta curata da:
Luana Lupi
Responsabile Fatturazione Gas - Servizi Accessori

Esistono diversi tipi di contatori gas che si dividono principalmente tra contatori tradizionali e di nuova generazione che possono essere elettronici o teleletti. Rispetto a quelli tradizionali, i contatori elettronici presentano diversi vantaggi come ad esempio la possibilità di telelettura a distanza a intervalli prestabiliti e una misurazione più precisa e affidabile. Per questo motivo l’Autorità ARERA ha disposto la sostituzione obbligatoria dei contatori di vecchia generazione con contatori elettronici. 

Come avviene il cambio del contatore gas e quanto costa? 

I contatori di gas sono di proprietà della società di distribuzione e non del fornitore, ovvero Estra. Pertanto, il distributore attivo nel tuo comune si occuperà della sostituzione del contatore gas, comunicandoti il giorno in cui si svolgerà l’intervento. E’ necessario che nella fascia oraria indicata nella lettera sia presente l'intestatario del contratto oppure un suo delegato. Il personale che effettua l'operazione è sempre munito di un tesserino di riconoscimento con l'indicazione della società di distribuzione di gas. Nel caso non fossi in casa il giorno stabilito, puoi chiedere di fissare un nuovo appuntamento seguendo le istruzioni riportate nella comunicazione scritta.

Il cambio del contatore del gas è un’operazione gratuita, dunque, non avrà alcuna conseguenza sulla tua bolletta.

Come funzionano i nuovi contatori digitali gas? 

I contatori di gas sono di proprietà della società di distribuzione e non del fornitore, ovvero Estra. Pertanto, il distributore attivo nel tuo comune sta man mano sostituendo i contatori tradizionali (quelli con la “rotellina” che gira per segnalare il passaggio del gas, per intendersi) con i nuovi contatori elettronici che:

  • sono più facili da leggere;
  • permettono di conoscere immediatamente l’effettivo consumo di gas del periodo di fatturazione;
  • possono essere letti da remoto, ad intervalli prestabiliti, i volumi di gas consumati eliminando l'utilizzo di stime per la fatturazione dei consumi e la necessità di conguagli;
  • migliorano la qualità del servizio di misura di vendita e di distribuzione del gas naturale.

Grazie alla telegestione, lo smart meter consentirà al tuo fornitore di gas di sapere con esattezza quale sia il tuo consumo effettivo e inviarti così delle bollette basate su dati reali e non su stime teoriche.

Cosa devo fare per verificare la funzionalità del contatore? 

Per richiedere una verifica della funzionalità del proprio contatore occorre contattare il Servizio Clienti.
Estra ti informerà dei costi che dovrai sostenere e, una volta ricevuta conferma della tua volontà di procedere, trasmetterà la richiesta al distributore entro 2 giorni lavorativi.

Il distributore, una volta ricevuta la richiesta da parte di Estra, effettua la verifica del contatore e mette a disposizione del venditore il relativo resoconto. Ti ricordiamo che se la verifica del contatore ha esito negativo (ovvero il distributore rileva che il contatore è correttamente funzionante) dovrai sostenere i costi di verifica.

I costi di verifica dipendono dalla portata del contatore e non sono stabiliti da Estra ma dal distributore locale, che li pubblica sul proprio sito.