Le condizioni contrattuali possono subire delle modifiche con il passare del tempo?

Ultimo aggiornamento: 20 Novembre 2020
Risposta curata da:
Ada Gennari
Relazioni con i Clienti e Qualità Commerciale

Sì, purché la possibilità di modifica sia prevista nelle clausole contrattuali e solo se sussistono «giustificati motivi». 
In caso di modifica delle condizioni contrattuali riceverai una comunicazione scritta con un anticipo di almeno 90 giorni rispetto alla data di decorrenza della modifica. 

La comunicazione conterrà: 

  • il testo completo della nuova versione di ciascuna delle clausole modificate;
  • una spiegazione chiara del contenuto e degli effetti della modifica;
  • la data a partire dalla quale la modifica verrà applicata;
  • le modalità e i termini entro i quali puoi comunicarci la volontà di recedere dal contratto qualora non intendessi accettare le modifiche.

Una volta ricevuta la comunicazione, puoi decidere di: 

  • accettare le nuove condizioni proposte che saranno considerate valide in virtù del tuo silenzio assenso;
  • rifiutare le nuove condizioni proposte richiedendo, entro 30 giorni dalla ricezione la lettera, disdetta mediante raccomandata A/R. 

La comunicazione non è dovuta se la variazione dei prezzi deriva dall'applicazione delle clausole contrattuali d'indicizzazione o d'adeguamento automatico. In questo caso, sarai informato delle modifiche nella prima bolletta in cui le variazioni saranno applicate.