Eventi sismici: agevolazioni per gas e luce

Questa pagina viene aggiornata in base alle Delibere dell’Autorità ARERA in materia di agevolazioni di natura tariffaria a sostegno delle popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 agosto 2016 nel Centro Italia e in data 21 agosto 2017 nei comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Forio. 

Eventi sismici delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria a far data dal 24 Agosto 2016

In seguito agli eventi sismici che hanno interessato i territori delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria a far data dal 24 Agosto 2016, il Governo con D.L. n. 189 del 17 Ottobre 2016 (convertito in L. n. 229 del 15 Dicembre 2016 e c.m.i. con L. n. 45 del 7 Aprile 2017) ha adottato disposizioni urgenti per le popolazioni colpite dai succitati eventi. In attuazione dei riferiti provvedimenti normativi, l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (ARERA) ha approvato la Deliberazione 252/201/R/COM del 18 Aprile 2017 come da ultimo modificata con Delibera 429/2020/R/COM del 3 Novembre 2020 che prevede, per i settori dell’energia elettrica e del gas naturale, “Disposizioni in materia di agevolazioni tariffarie e rateizzazione dei pagamenti per le popolazioni colpite dagli eventi sismici verificatisi nei giorni del 24 Agosto 2016 e successivi”.

Le agevolazioni prevedono:
i) che alcune delle componenti tariffarie soggette a regolazione (componenti di rete e oneri generali) vengano ridotte del 100%;
ii) l’azzeramento dei corrispettivi per nuove connessioni/allacciamenti, disattivazione, riattivazioni, subentri e volture. 

Le predette agevolazioni sono riconosciute agli aventi diritto per un periodo di 36 mesi a partire dalla data del sisma che ha causato l’inagibilità dell’immobile (24 Agosto, 26 Ottobre, 18 Gennaio). Ai sensi del co. 2.1 della Deliberazione 252/2017/R/COM come da ultimo modificata con Delibera 429/2020/R/COM, le predette agevolazioni:

  • si applicano in modo automatico (ossia senza necessità di richiesta da parte del cliente finale) ai clienti finali titolari di forniture di energia elettrica e gas naturale: a) attive, alla data del 24 Agosto 2016, nei Comuni di cui all’allegato 1 al D.L. n. 189/2016 colpiti dagli eventi sismici; b) attive, alla data del 26 Ottobre 2016, nei Comuni di cui all’allegato 2 al D.L. n. 189/2016 colpiti dagli eventi sismici ad eccezione delle forniture site nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto; c) attive, alla data del 18 Gennaio 2017, nei Comuni di cui all’allegato 2-bis al D.L. n. 189/2016 colpiti dagli eventi sismici; d) site nelle SAE, ovvero      nei MAPRE, ivi incluse le forniture relative ai servizi generali delle suddette strutture; site nelle aree di accoglienza temporanea alle popolazioni colpite allestite dai Comuni e a quelle site negli immobili ad uso abitativo per assistenza alla popolazione; i) site in una zona rossa attive alla data degli eventi sismici del 24 agosto 2016 e successivi.
  • si applicano in modo non automatico (ossia solo a seguito di richiesta scritta da parte del cliente finale) ai      clienti finali titolari di forniture di energia elettrica e gas naturale: e) diverse da quelle di cui alle precedenti lett. a), b), c) e d), site in altri Comuni delle Regioni interessate dagli eventi sismici del 2016 e successivi attive alla data di tali eventi, purché i soggetti richiedenti dimostrino anche il nesso di causalità diretto tra l’inagibilità dell’immobile in cui è sita l’utenza e gli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 Agosto 2016, comprovato da apposita perizia asseverata; f) diverse da quelle di cui alle precedenti lett. a), b), c) d) ed e) site nei Comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto e attive alla data di tali eventi, purché i soggetti richiedenti attestino l’inagibilità del fabbricato, casa di abitazione, studio professionale o      azienda; g) diverse da quelle di cui alle precedenti lett. a), b), c), d),  e), f), e successiva lett. h), purché i soggetti richiedenti siano in grado di dimostrare anche il nesso di causalità tra l’inagibilità parziale o totale della propria abitazione di residenza e gli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 Agosto 2016 e successivi, comprovato da apposita perizia asseverata; h) site nei MAP e destinate ai soggetti colpiti dagli eventi sismici del 24 Agosto 2016 e successivi o forniture temporanee ad uso abitativo, quali ad esempio roulotte e camper, ad esclusione di quelle associate agli attrazionisti viaggianti, purché i soggetti richiedenti siano in grado anche di dimostrare il nesso di causalità tra l’inagibilità parziale o totale della propria abitazione e gli eventi sismici verificatisi a far data dal 24 Agosto 2016 e successivi, comprovato da apposita perizia asseverata.

I soggetti a cui non si applicano le agevolazioni in modo automatico, ove intendano beneficiare delle agevolazioni previste dalla Deliberazione 252/2017/R/COM come da ultimo modificata con Delibera 429/2020/R/COM, devono presentare richiesta scritta al Fornitore (Estra), corredata dalle dichiarazioni sostitutive e, dove richiesta, documentazione attestante il possesso da parte del richiedente dei requisiti normativamente previsti. Il Fornitore trasmette la richiesta al Distributore per le verifiche di competenza, in particolare verificando che il punto di fornitura fosse attivo alla data del verificarsi dell’evento sismico. Il Fornitore archivia la documentazione allegata alla richiesta delle agevolazioni e mette a disposizione del Distributore su richiesta di quest’ultimo. Se prima della scadenza del periodo durante il quale sono riconosciute le agevolazioni viene ripristinata l’agibilità dell’immobile il richiedente è tenuto a darne comunicazione al Fornitore entro 30 giorni. Il soggetto avente diritto all’agevolazione, che alla data del sisma era residente nell’unita immobiliare divenuta inagibile, ha diritto ad usufruire dell’agevolazione anche relativamente all’unità immobiliare in cui ha stabilito la residenza/domicilio successivamente all’evento sismico, indipendentemente dalla Regione in cui quest’ultima sia ubicata. Le agevolazioni, inoltre, sono cumulabili con il bonus elettrico e il bonus gas.

Titolari di utenze e forniture site nei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2bis al decreto-legge 189/16

Allegato 1: elenco dei comuni colpiti dal sisma del 24 agosto 2016

Allegato 2: elenco dei comuni colpiti dal sisma del 26 ottobre 2016

Allegato 2bis: elenco dei comuni colpiti dal sisma del 18 gennaio

In conformità a quanto previsto dal decreto-legge 104/2020, ti comunichiamo che, fino al 31 dicembre 2020, puoi ancora beneficiare automaticamente delle agevolazioni tariffarie applicabili alle fatture relative alle utenze/forniture di cui sei titolare (fatti salvi i pagamenti già effettuati alla data del 15 agosto 2020). L’agevolazione viene applicata automaticamente in fattura dal venditore/gestore del servizio idrico integrato ad eccezione delle utenze/forniture site nei comuni di Teramo, Rieti, Ascoli Piceno, Macerata, Fabriano e Spoleto. Le utenze/forniture site in tali Comuni possono beneficiare delle agevolazioni, solo qualora valgano le seguenti condizioni: 

  • l’immobile in cui sono ubicate tali utenze/forniture sia divenuto inagibile a causa del sisma; 
  • siano state trasmesse al venditore/gestore del servizio idrico integrato la richiesta di agevolazione e la relativa documentazione.

Nel caso in cui non abbia provveduto alla trasmissione della richiesta, ti invitiamo a inviare i moduli disponibili in fondo a questa pagina, entro e non oltre il giorno 31 dicembre 2020, attraverso la modalità che preferisci: 

  • via email all'indirizzo clienti@estraspa.it
  • a mezzo posta a Viale Toselli, 9/A – 53100 Siena. 

Ti ricordiamo inoltre che qualora un immobile sia stato reso inagibile in seguito al sisma puoi richiedere la disattivazione/riattivazione gratuita del punto di fornitura entro il 31 dicembre 2020.

Se sei un cliente entrato in fornitura con Estra dopo la data del sisma con utenze/forniture attive alla data dell’evento sismico e site nei Comuni di cui agli allegati 1, 2 e 2bis al decreto-legge 189/16, puoi ancora dichiarare di aver diritto alle agevolazioni automatiche compilando il modulo Richiesta agevolazioni automatiche eventi sismici, che trovi in fondo a questa pagina, e inviandolo entro il 31/12/2020.


Eventi sismici di Ischia del 21 agosto 2017

Titolari di utenze e forniture site nei comuni di Casamicciola Terme, Lacco Ameno e Fori.

In conformità a quanto previsto dal decreto-legge 123/2019, ti comunichiamo che, fatti salvi i pagamenti già effettuati alla data del 15 agosto 2020, potresti beneficiare delle agevolazioni tariffarie a favore delle popolazioni colpite da eventi sismici applicabili alle fatture relative alle utenze/forniture di cui è titolare. Per richiedere le agevolazioni, ti invitiamo a inviare i moduli disponibili in fondo a questa pagina, entro e non oltre il giorno 31 dicembre 2020,  attraverso la modalità che preferisci: 

  • via email all'indirizzo clienti@estraspa.it
  • a mezzo posta a Viale Toselli, 9/A – 53100 Siena. 

Ti ricordiamo inoltre che qualora un immobile sia stato reso inagibile a causa del sisma puoi richiedere la disattivazione/riattivazione gratuita del punto di fornitura entro il 31 dicembre 2020.


MODULI:

PRIVATI - ENERGIA ELETTRICA

Richiesta agevolazioni automatiche eventi sismici 

Richiesta agevolazioni non automatiche eventi sismici

PRIVATI - GAS

Richiesta agevolazioni automatiche eventi sismici

Richiesta agevolazioni non automatiche eventi sismici

IMPRESE - ENERGIA ELETTRICA

Richiesta agevolazioni automatiche eventi sismici

Richiesta agevolazioni non automatiche eventi sismici

IMPRESE - GAS

Richiesta agevolazioni automatiche eventi sismici

Richiesta agevolazioni non automatiche eventi sismici

Usa la ricerca per trovare velocemente quello che ti serve.